Alle quattro,
quando anche il pontile era rimasto in secco,
ottobre si alzo’,
e distese cortine di pioggia.

La notte,
il vento fuggiva per tutte le strade.

I miei pensieri
furono sempre presenti a se’ stessi,
intollerabili negli schemi.
E ottobre tempestoso fu una corona di spine,
e al mattino era un volo
disordinato di gabbiani.