Pioggia sottile come un ago
misericordiosa
che declina nel mare al riparo dai lampi
e quel malessere scarlatto
sangue che si è fermato
nel silenzio della solitudine

della pena della tua assenza
che mi invade
nella sera che rifiuta di diventare tenebra,

nella notte senza le parole
e l’enigma
del tuo sorriso.